17Apr

Vincitore del primo premio e di tutti i premi speciali in alcuni dei più prestigiosi concorsi internazionali (London World, Sendai, Hong Kong, Porto, “Ferruccio Busoni” di Bolzano), nel 2005 è stato premiato per “Meriti Artistici” anche dal Ministero Italiano per i Beni e le Attività Culturali.

Considerato uno degli interpreti più apprezzati della sua generazione, svolge sin da giovanissimo un’intensa attività concertistica ospite di importanti festival e presso le più prestigiose sale del mondo (fra cui Teatro La Scala di Milano, Teatro San Carlo di Napoli, Sala Santa Cecilia del Parco della Musica di Roma, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Petruzzelli di Bari, Mozarteum Großes Saal di Salisburgo, Salle Gaveau e Salle Cortot di Parigi, Royal Festival Hall e Queen Elisabeth Hall di Londra, Konzerthaus di Berlino, Sumida Triphony Hall e Pablo Casals Hall di Tokyo, Esplanade Auditorium di Singapore, Concert Hall di Hong Kong).

Si è inoltre esibito come solista con la London Philharmonic Orchestra, NHK Symphony Orchestra di Tokyo, Singapore Symphony Orchestra, Hong Kong Philharmonic Orchestra, Philharmonische Camerata Berlin, London Mozart Players, Orchestra dell’Accademia Nazionale Santa Cecilia di Roma, Orchestra Giuseppe Verdi di Milano, Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, collaborando con direttori del calibro di Vladimir Ashkenazy, Gianandrea Noseda, Andrew Parrott, e con artisti quali Sarah Chang, Anna Tifu, Giovanni Sollima, Sergej Krylov, John Malkovich.

Tiene masterclasses in Italia e all’estero ed è stato a sua volta membro di giuria in importanti concorsi internazionali.

È stato ospite presso varie emittenti Radio-TV ed ha al suo attivo numerose incisioni discografiche per etichette quali Warner, Sony, Naxos, BAM, etc.

Potenzialità pianistiche della letteratura: Dante e Goethe

Pyotr Ilyich Tchaikovsky (1840-1893)
(trascr. pianistica di Giuseppe Andaloro)

Francesca da Rimini. Fantasia sinfonica in mi minore dal V Canto dell’Inferno di Dante op. 32 (1876)

Sergei Rachmaninov (1873-1943)

Sonata n. 1 in re minore op. 28 (1907)

I. Allegro moderato
II. Lento
III. Allegro molto

Leave reply:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.